FOOD LOVERS LIBERA UNIVERSITA' DI ALIMENTAZIONE NATURALE

FOODLOVERS
LIBERA UNIVERSITA' DI ALIMENTAZIONE NATURALE
un percorso formativo intorno al cibo
Seminari e incontri esperienziali 
per comprendere il profondo rapporto tra uomo e cibo.

Il legame tra uomo e cibo è profondo. Cibo è storia, tradizione e abitudini. Alimentarsi è pensare, riflettere, relazionare. Nutrirsi è benessere, cura di sé, attenzione. Il cibo è legato alle nostre emozioni ed è un importante elemento sociale, un incontro con gli altri e con il mondo. Il cibo è scienza, filosofia, istinto e cultura. Ma spesso si rischia che il cibo ci mangi e non che sia mangiato.

Perché partecipare al percorso FOODLOVERS?
Un'alimentazione naturale e consapevole è la base per il benessere globale della persona.
La libera università offre lezioni teoriche per approfondire aspetti scientifici, filosofici, tecnici e lezioni pratiche, per provare nuovi sapori, imparare tecniche di cottura e scoprire nuovi abbinamenti da portare in tavola.
E' aperta a tutte le persone che vogliono nutrirsi in modo sano e rispettoso, a chi vuole capire perché è importante mangiare bene, sia per il corpo che per lo spirito. 
E' un percorso innovativo, fra sapori e gusto, che dialoga con corpo, anima e mente per aiutare a scegliere come nutrirsi, scegliendo, ognuno, la propria unica via.

Quanto dura? Com'è organizzato?
Il percorso prevede 6 incontri teorici, 5 incontri pratici tra cui 2 corsi base di cucina naturale e 2 corsi monotematici (da scegliere tra quelli presentati nel calendario del circolo) e 1 lezione di cucina su tagli, metodi e tecniche.

Le conferenze:
Docenti:


Lorenza Minonzio, laureata in Scienze dell'Educazione, ha lavorato per oltre venti anni come educatore professionale; si è diplomata presso la Scuola di Cucina Naturale “La Sana Gola” di Milano e in pasticceria naturale presso la Cucina Naturale “La Gioia di Vivere” di Lucca; si è formata presso l’Associazione di Promozione Sociale “L'Ordine dell'Universo – Associazione Macrobiotica Italiana”; ha partecipato agli studi con il professor Berrino “Il medico in cucina: la cucina al servizio della salute”; ha frequentato il primo livello del Corso Professionale intensivo ad avviamento professionale della Scuola “Il 6° Sapore” (Santa Maria di Sala Venezia); attualmente frequenta il Corso di Alimentazione Energetica della Scuola Tao (Milano). È Presidente dell'Associazione “COCCODE' - laboratori per una vita sostenibile”, si occupa di cucina naturale, panificazione, autoproduzione, biodetersivi e stili di vita consapevoli.
Nell’incontro “10 regole per mangiare bene e vivere in salute. Comprendere bene il cibo e i suoi aspetti energetici (22 marzo)” definirà un piccolo decalogo per capire come nutrirsi meglio e cambiare la nostra alimentazione con consapevolezza, seguendo anche gli orientamenti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che raccomanda uno stile di vita sano e consiglia di mangiare cibo prevalentemente di provenienza vegetale, utilizzando spesso cereali integrali, legumi, frutta e verdura di stagione. Poiché mangiare bene è una scelta importante per il nostro benessere.

Olimpia Addabbo ha una formazione pedagogica applicata in ambito sociale, approfondisce l’utilizzo dell’approccio psicoanalitico in ambito educativo conseguendo il Master in Psychoanalytic Observational Studies presso AIPPI Milano – Tavistock Clinic-Università di Essex. Formata professionalmente come assistente alla madre e operatrice mamma-bambino con funzione di sostegno alla relazione primaria, si occupa di accompagnamento alla maternità fragile. È attiva nel volontariato come cofondatrice delle Associazioni “Genitori quasi perfetti”, “La Stanza Blu” e “Coccodè – laboratori per una vita sostenibile”. È interessata alle tematiche legate alle fasi dello sviluppo evolutivo e alla cultura del cibo.
Nell’incontro “PAROLE DA MANGIARE: Bisogno vitale, ricerca di sé, incontro” (22 febbraio) si esplorerà l’evoluzione del nostro rapporto con il cibo, partendo dalle prime esperienze sensoriali del neonato, nella vita intrauterina, con l’allattamento, durante lo svezzamento, poi attraverso la crescita, sino all’età adulta e alla vecchiaia. Le funzioni della mente intrecciate all’unicità della propria narrazione autobiografica; il cibo come bisogno vitale, ricerca di identità e incontro con l’altro, tra necessità e possibilità creativa.


Giuliana Surianello, laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche presso l’Università Statale di Milano, farmacista; ha frequentato la Scuola di Omeopatia Unicista CISDO, la Scuola di Omotossicologia di GUNA; diplomata in floriterapia per fiori di Bach e del Bush australiano presso l’Accademia Triennale di Floriterapia ad indirizzo psicosomatico di Mendrisio; iscritta al registro del Bach Centre; frequenta primo e secondo livello del corso FES. Sta ultimando gli studi per l’acquisizione del Master Triennale in Fitoterapia presso l’Università di Siena e frequenta il Master dedicato all’insegnamento della Floriterapia presso L’Unione di Floriterapia di Milano. Da sempre ritiene che sia fondamentale integrare la medicina convenzionale con le discipline olistiche per prendersi cura della persona nella sua totalità.
Nel suo incontro “Le piante medicinali in cucina” (12 aprile) si apprenderanno nozioni base di fitoterapia, incontrando alcune piante comuni (malva, genziana,..) ricche di principi attivi, analizzandone le proprietà terapeutiche e considerando l’intero fitocomplesso, imparando a valutare la presenza del titolo per essere certi della qualità di un integratore. Si daranno risposte semplici e concrete alle domande che ruotano intorno al cosiddetto “naturale”.


Elena De Lucia, ingegnere specializzato in sicurezza industriale. Nel corso dei suoi studi si è appassionata di chimica, problematiche ambientali e recupero energetico. Nel 2014, con l’arrivo della figlia Giulia, nel cercare risposte sull’alimentazione sana, ha incontrato Lorenza e le Coccodè. All’interno del gruppo si occupa di gestire il Gruppo di Acquisto Solidale e di approfondire tematiche legate alla chimica delle sostanze a contatto con gli alimenti e dell’impatto che le nostre scelte hanno sull’ambiente e sulla salute.
Nell’incontro “Rischi per la salute in cucina. Impatto ambientale e sviluppo sostenibile” (10 maggio) si apprenderà come le lavorazioni industriali (compresi stoccaggio e confezionamento) e come le cotture, gli utensili, le stoviglie e i materiali comunemente usati in cucina possono incidere sul contenuto di ciò che mangiamo ogni giorno. Si introdurranno i concetti di impatto ambientale e di sviluppo sostenibile concentrandosi sul perché le nostre scelte quotidiane influiscono sull’ambiente che ci circonda, sul futuro e sulla nostra salute.


Giulia Somaini, medico e appassionata di cibo e di psiche. Grazie ai corsi di cucina naturale presso l'Associazione sente il desiderio di approfondire le conoscenze in ambito alimentare, prima con un Master Universitario e poi con un percorso formativo diretto dal Dott. Berrino. Allo stesso tempo si dedica all'affascinante mondo interno studiando psicoterapia. Crede in una medicina umanizzata e nella visione integrata dell'essere umano, nella sua unicità.
Nell’incontro “ABC Nutrizionale. Conosciamo le basi della nutrizione per vivere in salute” (27 settembre) si creerà un ABC nutrizionale che contenga le principali nozioni circa la composizione degli alimenti e la loro funzione nel nostro organismo. L'incontro sarà interattivo e si tradurrà in suggerimenti pratici, da utilizzare nel quotidiano per comporre piatti equilibrati e in armonia con le esigenze di corpo e mente. Si scoprirà insieme come seguire l'indicazione del primo medico della storia "fa del cibo la tua medicina" mescolando nozioni teoriche e strategie per la vita di tutti i giorni.


Roberto Restelli, ha formazione umanistica e si è dedicato a studi filosofici. Ha lavorato in Michelin per oltre trent’anni come ispettore della Guida Rossa e responsabile dell’edizione italiana fino al 2000. Si è occupato di comunicazione per l’intero Gruppo. Ha frequentato la Scuola di giornalismo al CFJ di Parigi. Alla Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari ha conseguito il titolo di Consulente in scrittura autobiografica e si è specializzato, attraverso i percorsi Epimeleia e Biblos, nella cura di sé attraverso la scrittura e nella promozione alla lettura. In ambito sociale è attivo in qualità di Presidente dell’Associazione “Genitori quasi perfetti” e VicePresidente del Comitato Onlus “Le Stelle Sul Lago d’Orta”.
Nel suo incontro “Tra bisogno e desiderio. Filosofia, musica, cinema: un viaggio alla scoperta del gusto personale” (25 ottobre) si proporrà un percorso che copre gli spazi che vanno dall'oggettività del cibo alla soggettività della sua percezione. Per l’essere umano tutto ciò che ruota intorno al cibo è bisogno primario e desiderio, si indagheranno le radici della percezione gastronomica attraverso la propria storia del gusto cercando i presupposti della nostra personale disposizione nei confronti del cibo, alla ricerca di un equilibrio capace di produrre senso tra impressioni sensoriali e suggestioni evocative.


Dove si svolgerà?
Le conferenze si svolgeranno presso la Sede del Circolo a Venegono Inferiore dalle ore 18.30 alle ore 21.30. Al termine dell'incontro si mangerà insieme, per sperimentare la convivialità regalata dal buon cibo.
Per i corsi pratici sarà indicata di volta in volta la sede, che sarà tra Venegono Inferiore e Tradate.


Contributo di partecipazione:

per tutto il percorso 320€ 
E' possibile partecipare ai singoli incontri versando un contributo di €40.


Il corso è riservato ai soli soci ARCI. Maggiori info sul tesseramento qui.

per informazioni coccode@cucinanaturalevarese.it oppure 348.8967934

Commenti