Ricetta della cucina del riciclo: la crema di bacelli dei piselli



A fine febbraio, partecipando all'iniziativa M'illumino di meno organizzata da Caterpillar, al Naturasì di Tradate e settimana scorsa al Naturasì Bistrot di Muggiò, abbiamo portato un corso dedicato alla cucina del riciclo.
Un corso dedicato alla cucina ecosostenibile, dove ciò che viene normalmente scartato è diventato un piatto gustoso e inaspettato. Tutte le ricette si basavano sull'utillizzo degli scarti della cucina, a cui dare nuova vita e nuovi sapori.
La cucina ecostostenibile permette di risparmiare e di utilizzare le materie prime senza spreco, facendo un grande piacere alle nostre tasche, ma soprattutto al nostro pianeta.
Le ricette riciclose, oltre ad utilizzare ciò che normalmente finisce nell'organico, ha un occhio anche per gli stili e i tempi di cottura, perchè il risparmio sia anche energetico.
Scegliamo se possibile quindi prodotti provenienti da agricoltura biologica, una scelta sostenibile per l'ambiente e che ci permette di avere prodotti poco contaminati e quindi completamente commestibili.
Il nostro menù era centrato sulle verdure invernali: porri, cavoli, zucca...
Ma anche il raccolto di primavera può essere protagonista attivo della nostra ECO-CUCINA!
Ecco ad esempio come riutilizzare i bacelli dei piselli!

CREMA DI BACELLI DEI PISELLI




bacelli di piselli da agricoltura biologica.
acqua 
sale

Quanto pulite i piselli, non buttateli via.
Lavateli e bolliteli per circa 10 minuti in acqua salata.
Poi passateli con il passaverdure o l'estrattore per eliminare la parte fibrosa e ricavare una crema che può essere usata per una zuppa o come condimento per un cereale o la pasta.


Noi l'abbiamo usata per condire un piatto di maltagliati pasta ricavata dall'avanzo della realizzazione delle lasagne e poi abbiamo tenuto il brodo della bollitura per la zuppa della sera: in questo modo anche nessuna sostanza nutritiva viene perduta!

Commenti

Post popolari in questo blog

I CORSI DI GENNAIO 2017

I CORSI DI DICEMBRE 2016

Le proposte di maggio 2017